Bonus Mobili: come funziona e come richiederlo

Gambula Arredamenti > Blog > Agevolazioni > Bonus Mobili: come funziona e come richiederlo

Bonus Mobili: come funziona e come richiederlo

Che cos’è il Bonus Mobili

Il Bonus Mobili è un agevolazione per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici per tutti coloro che hanno avviato lavori di ristrutturazione.

Il Bonus Mobili consente di recuperare il 50% delle spese sostenute, in 10 rate nell’arco di 10 anni, applicabile non solo sull’acquisto di mobili ed elettrodomestici, ma anche sulle spese di trasporto e montaggio.

Di recente l’incentivo è stato esteso fino all’anno 2024 anche se i tetti di spesa sono stati dimezzati.

In questo articolo vi aiuteremo a capire quali sono le indicazioni per farne richiesta, chi può richiederlo e i requisiti fondamentali per l’accesso.

 

Chi può beneficiare del Bonus Mobili

Potranno beneficiare del Bonus Mobili tutti i contribuenti che hanno avviato lavori di ristrutturazione a partire dal 1 gennaio dell’anno precedente, a condizione che vengano rispettati tutti i requisiti inseriti nella manovra di bilancio (puoi scoprire i requisiti qui sotto). La misura comprende non solo i mobili ma anche i grandi elettrodomestici.

Nel caso dell’anno 2022 i lavori dovranno aver avuto inizio a partire dal 1 gennaio 2021.

La detrazione, che consente il recupero del 50% delle spese sostenute, dovrà essere calcolata sui seguenti importi massimi:

Fino a 10.000 euro per l’anno 2022
Fino a 5.000 euro per l’anno 2023
• Fino a 5.000 euro per l’anno 2024

Per accedere si dovrà farne richiesta in fase di dichiarazione dei redditi e il rimborso sarà in 10 rate nell’arco di 10 anni.

Come avrete notato, a partire dal 2023 gli incentivi saranno dimezzati. Ecco perché, se avete iniziato dei lavori di ristrutturazioni nel 2021, restano ancora pochi mesi per richiedere il Bonus Mobili 2022 (che prevede un rimborso fino a 10.000).

Quali sono i lavori che danno diritto al bonus mobili

• Lavori di manutenzione straordinaria che riguardino l’intero stabile o il singolo appartamento: tra questi vengono compresi i lavori d’installazione ascensori, realizzazione di servizi igienici, sostituzione degli infissi con variazione sostanziale della tipologia degli stessi, lavori di rifacimento scale e sostituzione di tramezzi
• Ristrutturazione della facciata condominiale, trasformazione di locali o variazioni delle destinazione d’uso, lavori di ampliamento delle superfici
• Lavori di restauro e risanamento conservativo

Per quanto riguarda le parti comuni di edifici condominiali, il bonus viene esteso anche ai lavori di manutenzione ordinaria (tinteggiatura, sostituzione pavimenti o infissi).

Quali sono le scadenze del Bonus Mobili

Accedono all’agevolazione tutti coloro che hanno iniziato lavori di ristrutturazione condominiale o delle singole unità abitative nel corso dell’anno precedente alla data di acquisto di mobili o grandi elettrodomestici.

Scadenza Bonus Mobili 2022:

chi ha eseguito lavori di ristrutturazione nel 2021 può fare richiesta del Bonus Mobili entro il 31 dicembre 2022.

Scadenza Bonus Mobili 2023:

chi ha eseguito lavori di ristrutturazione nel 2022 potrà fare richiesta del Bonus Mobili entro il 31 dicembre 2023.

Scadenza Bonus Mobili 2024:

chi dovrà eseguire lavori di ristrutturazione nel 2023 potrà fare richiesta del Bonus Mobili entro il 31 dicembre 2024.

Quali sono i requisiti del Bonus Mobili

Per poter accedere al Bonus Mobili è indispensabile aver eseguito i pagamenti con mezzi di pagamento elettronici. Quindi non saranno ammessi al beneficio gli acquisti eseguiti in contanti o con assegni. Sì agli acquisti eseguiti con carta di credito o bancomat e con bonifico bancario o postale opportunamente predisposti dagli enti creditizi per “ristrutturazione edilizia”.

Rientrano nella misura anche i pagamenti rateali con pratiche finanziarie per “detrazione fiscale”. In questo caso sarà sufficiente presentare, in fase di dichiarazione dei redditi, la copia del bonifico fornita dalla società finanziaria che ha concesso il prestito.

Per quanto riguarda gli elettrodomestici, il legislatore ha inteso incentivare tutti gli acquisti che riguardano prodotti ad alta efficienza energetica. Per tale motivo, per alcuni elettrodomestici è prevista una specifica classe di consumo:

classe A per i forni elettrici
classe E per lavatrici, asciugatrici e lavastoviglie
classe F per frigoriferi e congelatori

Rientrano nella categoria grandi elettrodomestici:

• tutte le apparecchiature da adibire alla cottura dei cibi
• apparecchi elettrici di riscaldamento incluse le stufe e i radiatori
• apparecchi di refrigerazione come i ventilatori e gli apparecchi di condizionamento dell’aria.
• apparecchi adibiti al lavaggio e all’asciugatura di stoviglie o vestiario

In caso di diversi lavori su più unità abitative si avrà diritto al bonus per ognuna di esse.

Come presentare la domanda per il Bonus Mobili

Tutti coloro che rispettano i requisiti di accesso al Bonus Mobili (data inizio lavori di ristrutturazione, pagamenti con strumenti elettronici ecc..), per beneficiarne dovranno:

• presentare documentazione all’ ENEA per l’acquisto degli elettrodomestici: la documentazione deve essere presentata tempestivamente perché i ritardi possono portare alla perdita dell’accesso al beneficio
• inserire le spese sostenute all’interno della dichiarazione dei redditi (modelli 730 o Unico)

Il rispetto di tutti i parametri previsti concede l’accesso ad una detrazione IRPEF rateizzata nel corso di 10 anni contributivi.

Queste sono le indicazioni minime per il rispetto della norma. Tuttavia non è semplice dirimersi nelle linee guida o istruzioni operative predisposte dall’Agenzia delle Entrate o reperibili in rete.

Pertanto è consigliato affidarsi ad un consulente che:
• verifichi che i requisiti siano soddisfatti;
• verifichi che i lavori di ristrutturazione siano a norma e rientrino nel bonus;
• verifichi la correttezza dei documenti da presentare in fase di dichiarazione;

Scegli Gambula Arredamenti e accedi al Bonus Mobili

Scarica il catalogo gratuito di Gambula Arredamenti

Commenti

  1. Giuseppe Meletti Reply

    Ottima informazione verremmo a trovarvi nella vostra bella esposizione

    1. Gambula Arredamenti Reply

      Grazie Giuseppe 😊 non vediamo l’ora di vederti nel nostro Showroom

LASCIA UN COMMENTO